Posts By la redazione

Le sneaker più richieste

Ci sono sneaker che hanno fatto la storia e la fortuna di un’intera industry.
Linee talmente riconoscibili da diventare icone imperdibili per intere generazioni. Sneaker che non vivono di trend ma che sono protagoniste sempre, nella vita di tutti i giorni, delle scelte di stile di ognuna delle ultime generazioni. Una sorta di fil rouge, nel mondo che cambia velocemente, tra le persone ed il loro modo di vivere il proprio look e, senza dubbio, anche il loro modo di porsi nei confronti della vita.

AW LAB le presenta e racconta nei suoi store dove di stagione in stagione sono sempre presenti nelle hit di preferenza dei suoi clienti, ed ancor più negli ultimi mesi, come se rappresentassero un simbolo di rassicurazione, una certezza a cui affidarsi in un momento delicato. Come si fa con gli amici.

Nel range SS20 Donna prendono posto in questa speciale famiglia di carryover internazionali, modelli storici come adidas Superstar, Converse Chuck Taylor, Nike Air Force 1, Puma Cali, Superga Cotu Classic e Vans Old Skool. Mentre nel segmento Uomo si collocano miti quali adidas Stan Smith, Nike Blazer, Nike Air Jordan 1 low e Puma Rider.

Sneaker americane, europee ed italiane che hanno valicato ogni confine, raccontato storie e miti, calzate da sportivi e dai più grandi personaggi della musica e del cinema, descrivendo le personalità di ognuno nel proprio lifestyle.

AW LAB li presenta in tutti i suoi store e su aw-lab.com

Adesivi murali per cambiare look al vostro spazio

Un muro vuoto può essere uno stimolo, quasi una tela bianca per dare sfogo all’immaginazione. Applicarci una decorazione murale può essere una grande idea di design per rinfrescare il vostro spazio. Ci sono tante decorazioni che effettivamente non si possono acquistare, o per problemi di spazio non è possibile inserire negli ambienti, ma è possibile ottenere una fedelissima decalcomania a muro ottenendo un ottimo risultato.

Ecco alcune idee fantasiose per decorare le vostre pareti semplici e trasformarle in uno spazio stimolante:

Foto sulla parete

Questa è una cosa abbastanza comune che sicuramente avete già fatto con le foto dei vostri momenti da ricordare. Ma avete pensato di sostituire le foto incorniciate con una decalcomania a muro?

  1. Immagine grande

Se avete una parete interamente liscia e vuota, mettete una grande immagine di una vista panoramica. In questo modo, si può avere la vista sempre rivolta verso il mare o magari vi piace la montagna?

  1. Immagine semi-murale

Se si dispone di un tavolo/bancone, ma il muro sopra di esso non sembra interessante,  allora prendete la misura del vostro bancone e ordinate la decalcomania a muro dell’esatta misura corrispondente che completa il vostro tavolo. Il risultato è assicurato.

  1. Combinazione di più immagini

È possibile applicare le varie immagini allineate orizzontalmente o verticalmente per creare un artwork più grande. Con una combinazione di più foto, potete anche mettere le vostre foto di famiglia per mostrare la vostra creatività in qualsiasi modo vogliate.

 

Artefatti come decorazioni murali

Oggetti importanti e opere d’arte sono importanti complementi che hanno bisogno di una mano prudente per essere ben conservati. Uno stile di vita impegnato al giorno d’oggi non permette di avere il tempo da investire in un’attenta gestione di qualsiasi cosa. Quindi, una decorazione murale del manufatto può essere un buon compromesso…

  1. Piastre/cestini appesi

Ti piace? Puoi cercare su Google alcune immagini di piatti o cestini appesi e convertirle in una decalcomania a muro. Non dovrai mai preoccuparti di pulirli e goderti comunque la vista rilassante.

  1. Piante verticali

Innaffiare ogni giorno le piante ti sembra un problema, o non hai il pollice verde? Appendete una decalcomania a muro con vista laterale o dall’alto delle piante e non dovrete più preoccuparvi di rimpiazzare le piante secche.

  1. Appendi una bicicletta

Ti sono sempre piaciute le foto di quelle case con una bici appesa al muro? Puoi averne una tua, grazie agli adesivi personalizzati. Non devi preoccuparti che qualcuno colpisca la bici appesa e si faccia male.

Carta da parati

Se avete l’esigenza di dare un nuovo look anche alla vostra zona notte e l’idea di un adesivo sul muro non vi sembra adatta per quell’ambiente, allora la soluzione è la carta da parati, con la quale potrete riflettere il vostro stile più tradizionale o moderno. 

Tra motivi geometrici, soggetti urban, damascati, effetti materici o illustrazioni più sbarazzine per le stanze dei bambini, avrete l’imbarazzo della scelta nel trovare una carta da parti per camera da letto che vi faccia dire “perfetta!”. E magari vi divertirete anche nell’applicarla.

 

Tecnologia: che futuro per il mondo dell’intrattenimento?

Il mondo dell’intrattenimento ha cambiato pelle negli ultimi anni, grazie soprattutto alle nuove tecnologie grazie alle quali è stato possibile raggiungere traguardi davvero notevoli. Basti pensare all’evoluzione del mondo dei giochi, passati dall’essere basici e riservati a pochi a sempre più elaborati, performanti e fruibili in maniera semplice e veloce. L’industria ludica ha infatti puntato forte sul digitale e il percorso intrapreso verso soluzioni cloud è solo la punta dell’iceberg.

Con il prosperare di connessioni internet sempre più performanti si stanno manifestando anche dinamiche e fenomeni inediti, che stanno riscrivendo il nostro modo di percepire la quotidianità. Uno su tutti il nostro modo di concepire la proprietà, il possedere qualcosa, sempre meno legato all’effettiva presenza di una componente materiale. La nuova frontiera si chiama infatti “cloud gaming”.

Così come già avviene per dati e documenti, anche i videogame si trasferiranno nella “nuvola”, cioè in un grande server a cui si può accedere tramite un account via web. I supporti, anche in questo caso, finiranno con l’estinguersi. Ma i giochi del futuro si baseranno soprattutto su tecnologie come la realtà aumentata e virtuale. La tecnologia AR è sempre più impressionante nel ricoprire il mondo reale di personaggi digitali. Che tu catturi Pokémon, lanci droidi di Star Wars o costruisca case a blocchi, prima o poi un gioco in realtà aumentata ti troverà e ti ghermirà. In sintesi: i videogiochi del futuro saranno reali ma con un sussidio elettronico.

Comodo, specie quando si tratta di giochi di omicidi, un Watson serve sempre. Misadventure in Little Lon applica questa tecnologia a una nuova impostazione intelligente: un tour storico a piedi e un mistero interattivo. Si parte dalla splendida Biblioteca di Stato di Melbourne: i giocatori vengono guidati tra edifici storici, angoli affollati e vicoli squallidi, dove intervistano una serie di personaggi ombrosi e cercano indizi.

La televisione del futuro

Anche il mondo della televisione è cambiato radicalmente con le nuove tecnologie. Oggi siamo soliti connetterci ad internet e guardare film e serie tv in streaming con un unico dispositivo. Prima questo sembrava assolutamente impossibile. Ma quale sarà il futuro della televisione? Probabilmente sarà arrotolabile, dialogherà con lo spettatore e potrà colorare i film in bianco e nero. I giganti della tecnologia hanno elevato la qualità degli show, spendendo cifre da capogiro per risultati di grande livello. Per stare al passo con i tempi, le emittenti devono chiaramente assicurarsi di investire più denaro nella produzione di spettacoli e film che attraggano il pubblico. Al fine di poter spendere budget aggiuntivo per le produzioni, è necessario effettuare risparmi altrove.

Ecco perché le emittenti utilizzano la tecnologia per ottimizzare i costi operativi di back-end. L’automazione delle procedure è un passo fondamentale verso una maggiore agilità, che consente di massimizzare le entrate dai contenuti. Un buon esempio è dato dal recente investimento di UKTV in un nuovo sistema di gestione delle trasmissioni, che offre buona flessibilità per pianificare e gestire i contenuti attraverso i marchi dei suoi canali, supportando la visualizzazione di Video on Demand.

La nota BBC ha recentemente annunciato l‘utilizzo di intelligenza artificiale (AI) per migliorare programmi e servizi online attraverso una partnership con otto università del Regno Unito. L’IA migliorerà l’esperienza del cliente, garantendo successo alle emittenti, che potranno investire ulteriore tempo, impegnandosi maggiormente nei servizi televisivi.

Gli eventi in streaming

Grazie alla tecnologia potremo partecipare ai migliori eventi in streaming. Pensiamo a come potrebbe essere, ad esempio, giocare online su siti come NetBet usufruendo delle più innovative tecnologie per lo streaming. Qualcuno pensa già a qualche idea per integrare o recuperare la presenza del pubblico. Le ipotesi sono i concerti drive-in o la formula del live streaming a pagamento. Quest’ultima soluzione sembra la preferita dagli artisti, che già ci hanno abituati nei mesi di isolamento a improvvisati concerti casalinghi.

Milioni di persone collegate sui profili Instagram di cantautori, interpreti e musicisti per vederli esibirsi dal salotto di casa. Ore e ore di performance live streaming ci hanno tenuto compagnia nei giorni più cupi del lockdown. La musica ci ha accompagnato in quei giorni difficili, non solo intrattenendoci ma facendosi portatrice di messaggi di solidarietà.

In Italia guardare concerti in streaming non è un’abitudine, ma in altri Paesi questo avviene già da tempo. Il Couch Tour, (trad. tour sul divano), in America è una pratica diffusa da molti anni, specie tra i fan delle jam-band. Si tratta di seguire il tour di un artista in live streaming comodamente dal divano di casa.

Open Innovation & Maire Tecnimont

Maire Tecnimont, Gruppo industriale multinazionale leader in ambito internazionale nell’ingegneria impiantistica, principalmente nel settore degli idrocarburi, ha finanziato la nuova cattedra in “Open Innovation” presso l’Università LUISS Guido Carli, assegnata al Professor Henry Chesbrough, Direttore del Garwood Centre for Corporate Innovation dell’Università della California a Berkeley e padre intellettuale del concetto di “Open Innovation”.

Questo progetto riguarda l’innovazione e la tecnologia con uno sguardo ampio sul futuro, uno sguardo di cui ora abbiamo più che mai bisogno. Si tratta di una cattedra, fortemente voluta da Andrea Prencipe, Rettore LUISS e da Fabrizio Di Amato, Presidente e azionista di maggioranza di Maire Tecnimont.
Maire Tecnimont è un gruppo societario italiano attivo nel settore ingegneristico, tecnologico ed energetico, con competenze specifiche nell’impiantistica, nella chimica verde e nello sviluppo di tecnologie per la transizione energetica.
Al Gruppo vengono riconosciuti ben 1.500 brevetti specifici e applicazioni di brevetti e la capacità di creare valore in tutto il mondo con il coinvolgimento di più di 9.300 professionisti in 45 paesi.

Perché Maire Tecnimont ha deciso di investire sull’Open Innovation? Perché è una sorta di rivoluzione del mondo del business, che auspica a un modello di innovazione secondo cui le imprese ricorrono non soltanto all’utilizzo di risorse interne, ma anche a strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno. Un argomento ormai noto e ampiamente dibattuto nella comunità scientifica e professionale del management, ma che necessita di ulteriori approfondimenti scientifici. Per il professor Chesbrough, l’innovazione aziendale deve “far tesoro in maniera sistematica di collaborazioni, idee e risorse esterne rispetto al perimetro societario classicamente inteso. Dalle start-up al mercato globale delle idee e dei brevetti, questo modello illustra meglio dei precedenti perché un’azienda non abbia più bisogno di controllare, quasi di possedere, i processi di innovazione dall’inizio alla fine”.

Open Innovation & Maire Tecnimont

Maire Tecnimont, Gruppo industriale multinazionale leader in ambito internazionale nell’ingegneria impiantistica, principalmente nel settore degli idrocarburi, ha finanziato la nuova cattedra in “Open Innovation” presso l’Università LUISS Guido Carli, assegnata al Professor Henry Chesbrough, Direttore del Garwood Centre for Corporate Innovation dell’Università della California a Berkeley e padre intellettuale del concetto di “Open Innovation”.

Questo progetto riguarda l’innovazione e la tecnologia con uno sguardo ampio sul futuro, uno sguardo di cui ora abbiamo più che mai bisogno. Si tratta di una cattedra, fortemente voluta da Andrea Prencipe, Rettore LUISS e da Fabrizio Di Amato, Presidente e azionista di maggioranza di Maire Tecnimont.
Maire Tecnimont è un gruppo societario italiano attivo nel settore ingegneristico, tecnologico ed energetico, con competenze specifiche nell’impiantistica, nella chimica verde e nello sviluppo di tecnologie per la transizione energetica.
Al Gruppo vengono riconosciuti ben 1.500 brevetti specifici e applicazioni di brevetti e la capacità di creare valore in tutto il mondo con il coinvolgimento di più di 9.300 professionisti in 45 paesi.

Perché Maire Tecnimont ha deciso di investire sull’Open Innovation? Perché è una sorta di rivoluzione del mondo del business, che auspica a un modello di innovazione secondo cui le imprese ricorrono non soltanto all’utilizzo di risorse interne, ma anche a strumenti e competenze tecnologiche che arrivano dall’esterno. Un argomento ormai noto e ampiamente dibattuto nella comunità scientifica e professionale del management, ma che necessita di ulteriori approfondimenti scientifici. Per il professor Chesbrough, l’innovazione aziendale deve “far tesoro in maniera sistematica di collaborazioni, idee e risorse esterne rispetto al perimetro societario classicamente inteso. Dalle start-up al mercato globale delle idee e dei brevetti, questo modello illustra meglio dei precedenti perché un’azienda non abbia più bisogno di controllare, quasi di possedere, i processi di innovazione dall’inizio alla fine”.

swatch BIG BOLD JELLY

Lanciati già qualche mese fa, gli swatch BIG BOLD sono una nuova collezione di orologi pensata per personalità audaci. Con un tocco di urban streetwear, questi modelli presentano un quadrante da Ø47mm “fuori misura”, con un vetro piatto completamente nuovo che accentua la stampa 3D sul quadrante e abbellisce il design contemporaneo dell’orologio. Per l’estate swatch allarga la collezione con i BIG BOLD JELLY, con cinturini semitrasparenti e una cassa completamente trasparente che mostra il suo cuore tecnologico, e i dettagli in colori vivaci (Dal verde neon al giallo elettrico,dall’arancione fluorescente al blu cielo, ma sul sito trovate anche la versione in nero e in bianco per i più sobri) adatti al periodo estivo.

La collezione BIG BOLD JELLY è disponibile online sul canale e-commerce shop.swatch.com e in tutti gli Swatch Store e rivenditori autorizzati. Prezzo al pubblico consigliato: 95 €.

Dreamin’101 – artigiani del piumino

Dreamin’101 nasce a 101 anni dalla fondazione di Minardi Piume, azienda leader in Italia nella selezione e lavorazione di piume e piumini. Il brand Dreamin’101 si distingue per il pregio delle materie prime utilizzate e per la distribuzione diretta dal produttore al consumatore, esclusivamente sul loro e-commerce e senza intermediari, a garantire la massima convenienza per il cliente finale.

Il prodotto di punta di Dreamin’101 è sicuramente il piumone, disponibile in tre modelli che si differenziano per livelli di comfort. Ma a catalogo ci sono anche cuscini in piuma e piumino, topper in piuma, lenzuola e copripiumoni in cotone pregiato, coperte e cuscini arredo, ed infine la linea bambino. Tutti i prodotti vantano le migliori certificazioni e i migliori riconoscimenti internazionali che ne garantiscono la massima qualità, l’etica e la sicurezza delle materie prime: come EDFA, IDFB, OEKO-TEX, IDFL, NOMITE.

Abbiamo avuto modo di provare il Topper, in 100% piumette e piumino, perfetto per migliorare il sostegno del materasso, permettendovi un sonno riposante e rilassante. Questo coprimaterasso, una volta fissato con le 4 fasce elastiche, vi regalerà un comfort elevato migliorando di gran lunga il vostro riposo: la sensazione di stendervi su una nuvola è assicurata, grazie all’imbottitura in piumino naturale ed al rivestimento in 100% puro cotone. Disponibile in diverse misure, lo trovate sull’e-commerce di Dreamin’101, insieme a tutti i prodotti del catalogo.

10 consigli per far volare il tuo e-commerce su Facebook

Chiunque viva il mondo di internet e dei siti web anche dal punto di vista “progettuale” conosce sicuramente GoDaddy il registrar di domini Internet con più di 78 milioni di domini gestiti in tutto il mondo. Un nome autorevole, di sicuro una tra le scelte migliori e più sicure a gui affidarsi per scegliere il dominio giusto ed un hosting al sicuro da tanti intoppi.

In quanto leader del settore GoDaddu ha scelto di avviare una serie di webinar formativi gratuiti dedicati ai tanti imprenditori che si affacciano al mondo digitale per propmuovere la propria azienda, in modo da rispondere, senza lasciar spazio a dubbi, alle domande frequenti che imprenditori di PMI e di start up si pongono al momento del lancio del loro progetto in digitale.

L’appuntamento è per il 18 Giugno con il quarto appuntamento con GoWebinar, il progetto di formazione targato GoDaddy sul blog ufficiale https://it.godaddy.com/blog/ che già da 3 mesi vede intervenire un esperto di web marketing e del digitale a dare un importante contributo a chi si affaccia al mondo digitale.

Questa volta tocca a Veronica Gentili, autrice di 2 bestseller, esperta speaker, formatrice e consulente per tantissimi brand nazionali e internazionali (La Stampa, K-Way, Diego dalla Palma, Bausch+Lomb, Arena Water Instinct e Flying Tiger Copenhagen), e sicuramente una dei maggiori esperti del nostro Paese di Facebook Marketing. Il Webinar si concentrerà infatti sui modi migliori per far volare l’e-commerce su Facebook. Uno spunto importante nell’ottica di potenziare la presenza della propria azienda online (soprattutto quando necessità estreme impediscono l’apertura del punto vendita fisico, come per esempio durante il lockdown).

Tanti gli strumenti, le tecniche e i consigli utili che saranno svelati e analizzati. Appuntamento quindi Giovedì 18 giugno alle ore 12.00, seguite il webinar live gratuito “10 Consigli per far volare il tuo E-Commerce su Facebook” sul blog GoDaddy al link https://it.godaddy.com/blog/.