Posts By la redazione

Zig Kinetica

Era il lontano 2010 quando Reebok presentava a gran voce la sua nuovissima performance running innovation, ZigTech. Anche se rimase sul mercato per poco tempo, fu accolta abbastanza positivamente nonostante il suo aspetto poco ortodosso. L’elemento distintivo era l’intersuola a zig-zag. Con consensi alterni, certamente ha lasciato un’impressione memorabile prima di svanire nell’oscurità qualche anno dopo.

Questo autunno Reebok restituisce nuova vita alla nostalgica tecnologia con l’introduzione del nuovissimo Zig Kinetica Concept_Type 1, il cui debutto presso i rivenditori è fresco di qualche settimana. La silhouette ha debuttato sulle passerelle di New York e della settimana della moda di Parigi, grazie a marchi come Cottweiler e Chromat, nel tentativo di mostrare il potenziale “moda” per la Kinetica. Condividendo solo il nome con la precedente generazione, il rinnovato Zig è composto da tre parti principali: Floatride Fuel, Energy Shell e Energy Web.

Sopra la nuova piattaforma Zig c’è una nuova tomaia che, nonostante la sua costruzione snella, è piuttosto intricata e comporta un design molto ponderato. L’uso di mesh e bande regolabili aggiungono carattere alla silhouette , mentre le due varianti di colore con gli intensi blocchi di colore enfatizzano il contrasto dei materiali.

Zig Kinetica debutta con la versione Concept_Type 1, creata in collaborazione con il guru dello streetwear Ian Paley, fondatore della boutique cult londinese Garbstore con il quale Reebok collabora da innumerevoli stagioni.

‘La storia del brand Reebok mi ha ispirato enormemente e ho ripreso alcuni elementi stilistici nel design della nuova scarpa. Forme, linee, pannelli e linguaggio creativo in generale sono un mix di elementi tratti da numerosi modelli del passato, sia già noti che inediti. La scelta dei materiali e dei colori rappresenta invece una novità. La capacità della scarpa di accumulare l’energia all’interno della suola per poi rilasciarla in fase di spinta mi ha dato l’idea di utilizzare una palette sfumata per rappresentare una sorta di “mappa di calore” che mostrasse il flusso e lo sprigionarsi dell’energia cinetica’.

In occasione del lancio della nuova sneaker, Reebok presenta “Energy Experiment”, un cortometraggio che fa vivere agli spettatori un viaggio capace di ridefinire il significato di energia e il suo utilizzo al massimo del potenziale.

Zig Kinetica Concept_Type 1 è già disponibile su www.reebok.ite nei migliori sneaker e fashion store del mondo.

instax Mini Link

Fujifilm ha annunciato da pochissimo la Instax Mini Link, una nuova stampante portatile che consente di trasformare gli scatti dello smartphone in stampe Instax Mini. La stampante si connette agli smartphone via Bluetooth (attraverso l’applicazione Instax Mini Link, gratuita per iOS e Google Play). Basta uno swipe nell’app e si trasferisce la foto per la stampa.

Oltre ad essere piccola e leggera, la stampante Instax Mini Link è veloce: può trasferire una stampa in soli 12 secondi, può eseguire stampe continue (stampando più copie di una foto tenendo l’unità capovolta e premendo il pulsante di accensione) e può stampare 100 foto con una sola carica.

Ci sono anche una serie di funzioni che consentono stampe speciali.La stampa video consente di trasformare i singoli fotogrammi dei video in stampe. Party Print trasforma più foto (da un massimo di 5 smartphone collegati) in una singola stampa in collage. Una modalità a sorpresa in Party Print nasconde il collage fino a quando la stampa finita non viene realizzata. Utilizzando l’applicazione gli utenti possono anche progettare cornici da sovrapporre alle stampe, migliorare le foto con filtri artistici o effettuare alcune regolazioni di base (ad esempio luminosità, contrasto e saturazione).

Oltre alla stampa, Instax Mini Link funge anche da telecomando: dopo essere stato abbinato a una fotocamera, è possibile utilizzare il dispositivo per controllare a distanza la fotocamera del proprio smartphone. Può ingrandire e rimpicciolire (rivolgendo la stampante verso l’alto e verso il basso, rispettivamente) e far scattare l’otturatore (premendo il pulsante di accensione).

L’Instax Mini Link è disponibile in blu scuro, rosa e argento ad un prezzo di 119 euro. Altre info su instax.fujifilm.it

.

VereImprese – Award

Si è finalmente chiusa la fase di votazione del concorso Vere Imprese, il contest lanciato da GoDaddy e di cui vi avevamo parlato ad aprile per dare la possibilità a PMI, Tech Startup e Imprese Individuali di aggiudicarsi 3 piani di comunicazione professionali del valore di 20.000€ in modo da promuovere online la propria attività.

Vediamo allora chi sono i 9 finalisti del concorso:

  • categoria PMI

Ragū è un piccolo laboratorio di cucina a Bologna. Questo progetto è nato dal sogno di Riccardo Vastola, Davide Patta, Riccardo D’Onofri e Giacomo Crosa, di creare qualcosa di nuovo proponendo le ricette tipiche della tradizione culinaria bolognese in modo non convenzionale. Il loro obiettivo è quello di consentire a tutti di poter mangiare un piatto tipico di ottima qualità a prezzi accessibili.

BLOOM è un progetto che ha l’obiettivo di fondere in un unico ambiente accogliente e di design il coworking, la ristorazione di alto livello, la sostenibilità ambientale e le attività culturali. Mattia Longhin, Mattia Manzan e Davide Fabris, i fondatori del progetto, sognano di portare così in Italia uno spazio in cui studio e lavoro si uniscono allo svago, al relax e alla cultura.

BusForFun è una Mobility Company nata dall’idea di Luca Campanile e Davide Buscato. Questa PMI offre un servizio di trasporto con autobus a basse emissioni verso eventi che si svolgono in Europa. L’idea alla base di questo progetto è quella di creare un sistema di trasporto sostenibile a prezzi accessibili, per consentire a tutti di partecipare agli eventi senza pensieri.

  • categoria Imprese Individuali

Imprendo.io è un’impresa individuale che si occupa di consulenza digitale nell’ambito del marketing. Il progetto, nato dall’idea di Valerio D’Orazio, ha lo scopo di differenziarsi dalle classiche agenzie di marketing e comunicazione per fornire un servizio basato sulla conoscenza diretta e profonda delle esigenze del cliente, usando le informazioni raccolte come base per le strategie di marketing proposte.

AYANA EVENTS è un’impresa tutta al femminile che si occupa di organizzazione di eventi, di spettacolo e intrattenimento. L’idea di Francesca Rasi, fondatrice del progetto, è quella di inventare e creare show divertenti, musicali e poetici per stupire con ironia, colore, eleganza e bellezza, il tutto facendo ricorso ad un design fine, accattivante e molto femminile.

Trevimage è un negozio e un laboratorio situato a Roma che si occupa di fotografia, progettazione grafica e soluzioni di stampa. Nato dall’idea di Carlo De Gori, fotografo e grafico, oggi Trevimage si occupa non solo di servizi fotografici e prodotti per turisti, ma si rivolge anche ai business e a realtà come alberghi e ristoranti.

    • categoria Tech

StartupENZIMIX SRL è una startup che si occupa di produrre biotecnologie enzimatiche, che poi vende sotto forma di polveri ad uso cosmetico e contenenti componenti come l’argilla verde ventilata. Questo progetto è nato da un’idea di Jacopo Clima.

Medere è una tech startup nata dall’idea di Raffaele Ferrante, Daniele Bianchi e Marco Minnisi, che offre soluzioni innovative per salute e benessere. Come primo progetto, Medere ha realizzato plantari personalizzati e su misura a prezzi accessibili grazie all’utilizzo dell’IoT e della stampa 3D.  

Negoco è la startup creata da Valeria Scargetta e Paolo Manzoni. Da questa realtà è nata Quigo, piattaforma dedicata agli smart worker e che ha l’obiettivo di facilitare la ricerca di postazioni di lavoro e spazi in cui svolgere meeting o eventi grazie alla possibilità di entrare in contatto con hotel, coworking e appartamenti.

Venerdì 22 Novembre a Milano si svolgerà l’evento finale con la giuria composta da sei esperti del settore business e marketing (Carlo Robiglio, Gianluca Stamerra, Fabio Grattagliano, Roberto Calculli, Duccio Vitali, Mirko Pallera) e con le 9 imprese finaliste che racconteranno la propria storia: alla fine della giornata i giurati decreteranno infine quale sarà la PMI, l’Impresa Individuale e la Tech Startup ad essersi aggiudicati il piano di comunicazione online del contest Vere Imprese.

 

OUTHERE

La ricerca di tessuti e materiali è alla base anche della collezione invernale di OUTHERE, brand attivo da poche stagioni ma già con una identità ben precisa.

La MASTER COLLECTION racchiude la linea originale di Outhere, caratterizzata dai suoi cinque elementi distintivi presenti fin dalle origini: la toppa removibile in silicone nero, le spalline interne regolabili, le tasche a doppio ingresso, le tasche personalizzate. A personalizzare il tutto frasi stampate all’interno di ogni capo di abbigliamento, materiali ultraleggeri e tessuti tecnici, come nel modello H2O REACTIVE dove l’esterno, a contatto con l’acqua, rivela una speciale stampa con pattern di foglie d’acero, tornando poi al colore originale una volta asciutto.

La collezione UNDER CONSTRUCTION è una linea di capi con dna urbano, che reinterpreta i capi tradizionali con tecniche e tessuti sofisticati. Capi di alta qualità con uno stile formale per tutti i giorni.

La capsule ADVANCED+ COLLECTION si distingue dal resto della collezione per i materiali e i tessuti ad alte prestazioni e per le caratteristiche tecniche che distinguono ogni capo. Capi unici con design più d’avanguardia per chi è sempre attento agli ultimi trend moda, come il modello ABSTRACT X con stampa camouflage riflettente, e il SONAR X realizzato con tessuto totalmente riflettente.

In tutti i capi sono poi presenti delle bretelle interne, utili per portare in maniera pratica il proprio capo sulle spalle quando serve.

Scoprite tutti i modelli su outhereofficial.com/strong>.

The Touch – Il buon design coinvolge tutti i sensi umani

Il nuovo titolo di Gestalten, The Touch presenta cinque elementi essenziali del design incentrato sull’uomo – luce, materialità, colore, natura e comunità – attraverso 25 spazi che mostrano come elementi di design “tattile” possano fornire una qualità dell’abitare più ricca. Questa nuova collaborazione tra Nathan Williams di Kinfolk e Jonas Bjerre-Poulsen di Norm Architects offre una ricchezza di ispirazione attraverso fotografie mozzafiato, saggi filosofici e consigli pratici da parte dei leader dell’industria del design.

Attraverso bellissime case, hotel, musei e negozi scoprirete come sperimentare elementi come la luce, la natura, la materialità, il colore e la comunità possa riportarci volutamente ai nostri sensi aumentando la qualità della vita di ogni giorno. Oltre a splendide fotografie e interviste con i leader dell’industria del design come John Pawson e David Thulstrup, il libro descrive anche riferimenti filosofici e di storia dell’arte che riflettono la tradizione del design e la teoria del colore.

The Touch — Spaces Designed for the Senses
Autori: Kinfolk and Norm Architects
gestalten, 45 €

Infinity Lab

Conosciamo di sicuro tutti Infinity, uno dei primi servizi di streaming on demand in Italia che ha messo già da tempo a disposizione un ricchissimo catalogo di film, cartoni, Serie TV, programmi e fiction, da guardare senza interruzioni pubblicitarie, da un qualsiasi dispositivo abilitato che abbia una connessione internet.

Da qualche mese ha debuttato Infinity Lab, laboratorio italiano permanente di Infinity nato per essere incubatore di nuove storie, di idee e di competenze e che mira ad individuare e premiare il talento di registi, videomaker, autori e sceneggiatori.

Hai un’idea per un documentario, inchiesta, ma anche docu-fiction e reportage? Chiunque voglia raccontare una storia originale attraverso il linguaggio immediato e coinvolgente del cinema può presentare il proprio progetto all’interno del Network Infinity LAB su Produzioni dal Basso, ed ottenere così un co-finanziamento da parte di Infinity. Come funziona? Se avete un forte progetto creativo allora inoltrate la vostra candidatura sul form presente alla pagina infinitylab.produzionidalbasso.com: i progetti più meritevoli (fino a un massimo di 10) se verranno selezionati e raccoglieranno in crowdfunding il 50% del budget complessivo, saranno cofinanziati da Infinity per il restante 50% e distribuiti sulla piattaforma di streaming, proprio come è accaduto a Pugni Chiusi, il docu film che parla del riscatto sociale dei detenuti del carcere milanese di Bollate attraverso la boxe (guarda il trailer qui sotto).

Per avere chance di essere selezionati occorre presentare storie inedite, raccontandole nel dettaglio. A cominciare dalla sinossi, ossia il riassunto dell’idea che ci si propone di realizzare, fino a tutti i particolari fondamentali che rendono la propria storia unica. Se quindi hai chiuso nel cassetto un progetto creativo che per un motivo o per l’altro non sei mai riuscito a realizzare, ma che ritieni davvero valido e fuori dal coro, prova a proporlo per il crowfunding su Infinity Lab: magari diventerà il tuo primo passo nel mondo del cinema!

Verpan Series 430

Introdotta a catalogo nel 2015, la sedia Series 430 di Verpan ha subito ricevuto elogi per la sua sobrietà ed eleganza, una rappresentazione di stile senza ostentazioni, unita ad un comfort superiore e qualità costruttiva complessiva di livello superiore.

Non solo una sedia da pranzo, ma una funzione multiuso (anche contract in ristoranti o uffici) per la seduta che aveva visto solo una breve serie di produzione dopo l’uscita originale nel 1967. Sulla base dei disegni e delle note originali di Verner Panton, Verpan è stato in grado di re-immaginare la sedia secondo gli standard moderni.

Verner Panton aveva progettato la sedia SERIE 430 per essere uno oggetto di design esaltandone la semplicità, fornendo contemporaneamente lo stesso comfort di una poltrona, anche grazie ad un ampio schienale avvolgente e slanciato e un sedile ben imbottito con cinghie elastiche.

Diversi i colori eleganti tra cui scegliere per i rivestimenti, mentre la struttura della sedia SERIE 430 è disponibile nei colori nero, bianco, bordeaux e ottone, anche nella versione sgabello. Tutte le info su verpan.com.

ATPCAL

Nato soltanto l’anno scorso dalla collaborazione di due figure professionali, Cristian Righetti e Carla Negro, da sempre nel settore degli accessori business, moda e viaggio, il brand ATPCAL, con base a Bologna, ricerca e trasforma tessuti e foderami nuovi, provenienti da eccedenze del mondo tessile di manifattura italiana, regalandogli nuova vita, ma con stile.

Grazie ad una attenta selezione ogni materiale viene controllato e abbinato per creare combinazioni uniche e creative in una esplosione di colore e design giocando con tonalità a contrasto per gli interni e con gli accessori. Mini collezioni ad edizione limitata si succedono lungo
tutto il corso dell’anno, ispirate ai materiali e agli accessori disponibili, rendendo i pezzi ancora più unici.

Il tutto è fatto in Italia, producendo artigianalmente quantità limitate e a volte anche in un unico esemplare. ATPCAL è un mix sapiente di sostenibilità, funzionalità, ricerca costante e personalità.
Trovate tutte le borse disponibili su atpcalstore.com.