Posts By la redazione

I vini bianchi più freschi da bere in estate

A tavola d’estate, a farla da padrone sono i vini bianchi: ideali per rinfrescarsi da soli o in compagnia, possono essere secchi o frizzanti e vanno serviti sempre molto freddi. Possono andare bene sia per accompagnare la cena che il pranzo, ma anche come aperitivo in un pomeriggio afoso. Quale vino scegliere? Vediamo una selezione dei vini bianchi più amati di sempre.  

Sauvignon Blanc

Il Sauvignon Blanc è originario della Loira ed è immediatamente riconoscibile per il suo caratteristico gusto pungente e aromatico. Splendido per accompagnare i piatti al salmone e le verdure grigliate, il segreto per ottenere un ottimo vino è di raccogliere le uve solo a maturazione. I profumi che è in grado di risvegliare un buon bicchiere di Sauvignon sono unici, come il cappero e il bergamotto, o la banana, quando comincia a maturare. Per assaporarne una delle migliori bottiglie, basta andare nella sezione dedicata al Sauvignon su Tannico, l’enoteca online di vini italiani più grande al mondo. Friuli, Alto Adige, Loira ma anche Nuova Zelanda, sono queste infatti le zone di provenienza delle migliori bottiglie di Sauvignon.

Vermentino

Le origini del Vermentino lo vedono già presente in Spagna intorno al XIV° secolo da dove sembra sia sbarcato in Italia attraverso la Corsica. La sua prima vocazione è Ligure ai due estremi, a Ventimiglia e a Sarzana, da dove pare si sia diffuso in Toscana. Un vitigno ad acino bianco-verde, amante dei climi dove è presente la brezza, prossimi al mare, soleggiati e asciutti. Dal Vermentino si può ottenere un ottimo secco, di colore verdastro, oppure dei deliziosi spumanti e vini dolci, più tendenti all’oro. Ottimo per piatti di pesce e frutti di mare, va bene anche con le carni bianche scottate e i formaggi fermentati.

Ribolla gialla

La Ribolla gialla pare provenga da un vitigno, chiamato Avola, e importato dai Romani in terra friulana durante i primi periodi di espansione territoriale. Ma potrebbe provenire anche dal Robola, già presente nel Fruli, dai tempi delle Repubbliche Marinare. Questo vitigno si presenta sotto parecchie varietà, tra cui la Ribolla di Castel Dobra e la Ribolla Verde, ancora in produzione. Conosciuta nel ‘300 anche in Germania, la Ribolla gialla ama le colline e la maturazione tardiva. Se vinificata in purezza, questa Ribolla è perfetta per essere sorseggiata il pomeriggio in compagnia. 

Chardonnay 

Lo Chardonnay è un vitigno molto popolare, come il suo vino d’altronde, che ha anche la capacità di fare da base a molte tipologie di bianchi estivi. Il suo attaccamento alla terra si rispecchia anche negli aromi forti e intensi, nonostante la sua pigmentazione chiara. Raccolto a maturazione inoltrata questo vino è morbido e mielato, mentre una vendemmia in primizia accentua la sua acidità e la sua capacità di produrre ottimi vini spumanti, come lo Champagne Blanc de Blancs. Un vino che ama invecchiare in barrique per anni, almeno dieci, ed è capace di stupire con mille sapori e gradazioni.

Gewürztraminer

Il Gewürztraminer è letteralmente un Traminer carico di una consistente presenza di spezie aromatiche. La sua zona d’origine è il Termeno, nel Bolzaneto, dove stende le sue radici in un terreno calcareo, che mischia la doppia conformazione argilla e ghiaia. Sembra abbia un’origine alsaziana, dove comunque il Gewürztraminer acquista un’eleganza particolare, ma alligna molto bene anche in sud-America, sia in Argentina che in Cile. Un giallo paglierino con riflessi di un tenue smeraldo, ottimo con il pesce e i crostacei, ma altrettanto adatto ad accompagnare carni speziate e cucina orientale. 

 

 

 

24Bottles®

24Bottles® nasce a Bologna nel 2013 dall’idea di due giovani imprenditori, Matteo Melotti e Giovanni Randazzo, e dalla loro volontà di creare oggetti utili e funzionali, cercando di ridurre l’impronta ambientale di chi li usa: nascono così le bottiglie in acciaio inossidabile, resistente, leggere e infinatamente riutilizzabili. Una maniera per dire addio allo spreco e al consumo di plastica, nel modo più elegante e vivace possibilie, grazie alla collaborazione del designer Luca D’Ambrosio, che dà vita alla prima collezione di bottiglie. E’ di qualche mese fa invece la collaborazione con la designer milanese Elena Salmistraro, per una coloratissima limited edition.

Clima Bottle è invece la rivoluzionaria bottiglia termica, con doppia parete in acciaio, che riesce a mantenere le bevande in caldo ino a 12 ore e fredde addirittura fino a 24!
La doppia parete in acciaio di Clima Bottle è isolata a vuoto e mantiene costante la temperatura al suo interno per tutta la giornata, senza riscaldare né creare condensa sulla superficie esterna.

Inoltre essendo davvero leggera (solo 260 grammi nella taglia da 500ml) e con un design minimale e accattivante, Clima Bottle è perfetta per le giornate fuori di casa: elegante sulla scrivania, pratica e funziona le all’aperto. Totalmente BPA free, priva di rivestimento in plastica, non rilascia ftalati nè tossine, può inoltre contenere liquidi ad alta acidità e bevande frizzanti, mantenendone sapore ed effervescenza, e senza assorbire o rilasciare odori e sapori.

Sulle bottiglie 24 bottles puoi leggere -0,08. Sai perchè? E’ la quantità di CO2 che eviti di rilasciare nell’atmosfera ogni volta che si riutilizzi la tua 24Bottles, invece di acquistare una bottiglia d’acqua in plastica usa e getta. Infatti, produrre una bottiglia di plastica monouso comporta l’emissione di 80 grammi (0,08 Kg) di CO2 eq.

24bottles.com

I prossimi festival da non perdere in Europa

L’estate è la stagione nella quale spuntano festival musicali in ogni dove: dai più famosi e affollati a quelli più “di nicchia”, ce n’è davvero per tutti i gusti. Ecco quelli in programma per i prossimi mesi. 

Festival musicali ad agosto e settembre

Gli appassionati di heavy metal non potranno farsi scappare il Wacken Open Air, uno dei festival più importante del genere che si terrà dall’1 al 3 agosto a Wacken, in Germania, al quale parteciperanno Opeth, Anthrax e Slayer. Meno conosciuto ma assolutamente da non perdere anche l’Øya Festival che si tiene a Oslo, in Norvegia. Nella line-up di quest’anno compaiono James Blake, Tame Impala, Erykah Badu e Mitski. Dal 7 al 13 agosto a Budapest, poi, ci sarà l’attesissimo Sziget, uno dei festival più conosciuti in assoluto in tutta Europa; sul palco ci saranno Foo Fighters, National, Florence + the Machine, Tove Lo, Post Malone e molti altri.

Non avete ancora fatto programmi per Ferragosto? Allora dovreste prendere in considerazione l’idea di andare al Green Man, in Galles, dove potrete ascoltare gli Eels, Sharon Van Etten, Fater John Misty e Four Tet. Chi ama la musica dance dovrà affrettarsi per comprare i biglietti per il Creamfields, che si terrà dal 22 al 25 agosto a Daresbury (a metà strada fra Liverpool e Manchester) e che vedrà la presenza di artisti come Carl Cox, Calvin Harris e The Chemical Brothers. L’Electric Picnic Festival si terrà invece dal 30 agosto all’1 settembre a Stradbally, in Irlanda; tra le band che vi parteciperanno troviamo i Massive Attack, The Prodigy e Nerd. Infine l’immancabile Lollapalooza a Berlino, dal 7 all’8 settembre, al quale parteciperanno artisti del calibro di Billie Ellish, Courtney Barnett, Kings of Leon e Hozier.

Florence and the Machine at The ForumConsigli utili 

Se non avete mai partecipato a un festival di questo tipo dovrete fare attenzione ad alcuni dettagli, in modo da godervi al massimo questa esperienza e non farvela rovinare da imprevisti e dimenticanze evitabili. Prima di tutto trovandovi oltreconfine dovrete poter utilizzare lo smartphone senza preoccuparvi del consumo dati, e a questo scopo può essere d’aiuto approfondire la questione su Facile.it, per individuare le offerte roaming più convenienti per l’estero. Oltre al biglietto del festival, poi, non dimenticate di portare con voi anche un documento di riconoscimento: nel caso in cui siate in possesso di un biglietto nominativo, infatti, sarà assolutamente necessaria la vostra identificazione, pena il non ingresso. Infine, informatevi con largo anticipo anche sul luogo preciso in cui si terrà il festival in questione, in modo da programmare eventuali spostamenti tramite navette, taxi o treno.

NIKE AIR MAX 270 REACT: L’ESCLUSIVA COLLABORAZIONE CON TOILETPAPER

Arriva per Nike la nuovissima Air Max 270 React, un’ulteriore evoluzione della famiglia Air Max, che unisce le linee della Nike 270, la prima Nike lifestyle a presentare la Air Unit, alla Nike React e alla sua schiuma più soffice e resistente. Una silhouette e un cocktail di geometrie che vedremo sicuramente declinate nei prossimi mesi in differenti espressioni.

Le prime release di Nike Air Max 270 React traggono infatti ispirazione dalla storia dell’arte e dal design. Ogni colorway vuole riprodurre uno specifico movimento artistico nelle sue forme e tonalità. La colorway di lancio principale, ad esempio, celebra il 100 ° anniversario della fondazione del Bauhaus, richiamando l’equilibrio asimmetrico, tipico della corrente artistica. Nelle altre colorazioni ritroviamo anche rimandi alla psichedelia di San Francisco, a diverse composizioni geometriche e altro ancora./blockquote>

Una scarpa con un forte legame con il mondo dell’arte, ed è questo il motivo per cui Nike e il brand/collettivo artistico Toiletpaper (fondato da Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari nel 2010) hanno unito le forze per una esclusiva attivazione a Milano a partire dalla data di lancio del 3 luglio. Le grafiche realizzate, ispirate al mondo dell’arte e del design, prendono spunto in maniera ironica dalla città di Milano, riletta in chiave estiva, colorata e provocatoria. Una collaborazione che prevede ulteriori “soprese” per la città durante il mese di Luglio (altre info su Nike App).

FREITAG F-ABRIC APRON

FREITAG aggiunge una new entry alla sua collezione di capi F-ABRIC , i più sostenibili e meno tossici che si possano indossare al giorno d’oggi.

Il grembiule con pettorina, tre tasche e laccetto regolabile sulla nuca è fatto in FREITAG Broken Twill (81% di lino, 19% di canapa), nato come come elegante indumento protettivo dal team Eventi di FREITAG e dagli amici professionisti del settore gastronomico, a grande richiesta questo accessorio è disponibile nell’Online Store di FREITAG e presso alcuni FREITAG Store selezionati, per la felicità di tutti i cuochi del tempo libero più impacciati e devoti allo slow food, i camerieri dalle mani tremanti, i fedeli seguaci del Fairtrade e i giardinieri con poca dimestichezza con lo sporco.

Li trovate sul sito ufficiale.

Foto di Yves Bachmann

3 nuovi libri da Gestalten

The Great Alone — Walking the Pacific Crest Trail
Editors: gestalten & Tim Voors

Tim Voors, un appassionato escursionista di lunga data che ha percorso il sentiero da solo nel corso di sei mesi, spiega tutto quello che c’è da sapere, dall’etiquette dell’escursionista alla pianificazione dei rifornimenti alimentari e alla navigazione nel territorio frequentato da orsi.

The Great Alone è tanto sulla resistenza fisica e mentale quanto sul superamento della solitudine e della paura, in simbiosi con la natura selvaggia. L’entusiasmo contagioso di Voors ti invita a prendere uno zaino e a intraprendere un’avventura per riscoprire te stesso. Il mondo ti sta aspettando.

Delicious Places
Editors: gestalten

Ristoranti, caffè e bar si stanno trasformando in luoghi dove interi concetti si stanno evolvendo per creare esperienze completamente nuove per chi mangia e si siede al tavolo. Offrono un’esperienza unica che inizia nel momento in cui si mette piede nella porta e si estende dagli interni al branding, dal dietro le quinte alle catene di approvvigionamento e alle procedure sostenibili. Accomodatevi a tavola e deliziate i vostri sensi uno ad uno ad uno, con questa carrellata di posti unici.

The New Outsiders
Editors: gestalten & Jeffrey Bowman

Al centro di questo libro ci sono quegli spiriti responsabili che si sforzano di trovare soluzioni creative per proteggere e preservare i paesaggi che ci circondano, idee profondamente ispirate dal nostro legame con la natura. Dai pionieri dell’abbigliamento a circuito chiuso, che riciclano continuamente i loro materiali in nuovi prodotti, all’approccio open-source dei marchi outdoor sostenibili, ci riteniamo responsabili delle nostre azioni in tutto ciò che facciamo. Ci immergiamo liberamente sotto il ghiaccio in Canada e arrampichiamo sulle cime della Patagonia. Percorriamo la tundra ghiacciata di Baffin Island, assaporiamo la bellezza del Nord America dalla sella di una bicicletta e facciamo surf sulle onde artiche. Prendi lo zaino e vai fuori, è tempo di ispirarti a vivere una vita meno ordinaria sotto il cielo aperto.

Li trovate tutti sul sito della casa editrice Gestalten. Da non perdere!

Rihanna & LVMH pronti al lancio di Fenty Maison

Il mondo della moda si arricchisce di un nuovo marchio. Da pochi giorni è stata infatti resa ufficiale la partnership tra la cantante barbadiana Rihanna e il noto colosso del lusso LVMH, che insieme hanno dato vita a Fenty Maison, la nuova firma di prêt-à-porter (principalmente scarpe e accessori) lanciata lo scorso 29 maggio.

Con la sua nuova posizione di C.E.O. del marchio, Rihanna registra due piccoli record, diventando la prima donna di colore a gestire un brand di moda del gruppo LVMH e fondando da zero un nuovo marchio per l’azienda dopo un lungo periodo di stop.

Bisogna infatti tornare indietro al 1987 e ricercare le prime notizie su Christian Lacroix, per ritrovare un marchio lanciato “dal nulla” dal monolite del lusso francese. La potenza di LVMH si è infatti incrementata soprattutto negli ultimi anni grazie alle acquisizione, o forse sarebbe meglio dire alle inglobazioni, di altre griffe della moda e del lusso (l’ultima in ordine di tempo è stata quella della catena alberghiera di lusso Belmond, acquistata per 3,2 miliardi di dollari lo scorso Aprile).

Photo by Liam Mendes / CC BY-SA 2.0

Un nuovo importante colpo per il gruppo francese e l’ennesima scommessa da diversi milioni di dollari per la famiglia Arnault. Un’altra puntata al rialzo per Bernard (storico numero uno del colosso del lusso) e per suo figlio Antoine, delfino del gruppo e vero artefice della “joint venture” con la cantante barbadiana, di Antoine del resto è risaputa la sua passione per i casinò più prestigiosi del mondo, da Las Vegas a Montecarlo, dove è riuscito a mettere in luce sul tavolo verde – ambiente sempre alle prese con alti e bassi nella moda – il suo marchio inconfondibile di stile ed eleganza, tanto da essere conosciuto come il dandy del poker.

Grande entusiasmo ai vertici di LVHM per la new entry e per la costruzione da zero di questa nuova avventura.

Lo stesso Bernard Arnault, sul New York Times si è detto al settimo cielo per il nuovo progetto e non ha mancato di profondere sentiti elogi per la nuova C.E.O. di Fenty Maison: “Tutti conoscono Rihanna come una cantante meravigliosa, ma attraverso la nostra partnership con Fenty Beauty ho scoperto un vero imprenditore, un vero C.E.O. e un leader deciso. Ha trovato naturalmente il suo posto all’interno di LVMH. Per sostenere Rihanna e avviare la maison Fenty, abbiamo creato un team di talento e multiculturale supportato dalle risorse del gruppo. Sono orgoglioso del fatto che LVMH sia alla guida di questa impresa e spero che abbia un grande successo”.

Photo by Kia C. / CC BY-SA 2.0

Una mossa di marketing decisamente azzeccata e positiva sotto diversi aspetti per il gruppo francese, considerando che oltre alla probabile riuscita del marchio (la fama della star della musica è ancora al top), i vertici dell’azienda riusciranno finalmente a smarcarsi da alcune scottanti accuse di razzismo subite in passato, grazie alla natura multiculturale e politically correct del nuovo progetto.

Alla vigilia del lancio di Fenty Maison anche la stessa Rihanna si è abbandonata al giubilo, alimentando con messaggi di gioia e gratificazione i suoi canali Social: “Progettare una linea come questa con LVMH è davvero qualcosa di incredibilmente speciale per noi. Il signor [Bernard] Arnault mi ha dato l’opportunità unica di sviluppare una casa di moda nel settore del lusso, senza limiti artistici. Non potrei immaginare un partner migliore sia in termini di creatività che di business, e sono pronta a far vedere al mondo cosa abbiamo costruito insieme”, il tweet con il quale la cantante ha ufficialmente condiviso con il grande pubblico l’imminente uscita della nuova collezione.

Mentre i fan chiedono a gran voce un nuovo pezzo da Rihanna, la cantante non ha nessuna intenzione di tornare in sala di registrazione almeno per le prossime settimane, dove sarà impegnata h24 a promuovere la sua nuova griffe di moda che per essere in sintonia con i tempi, non sarà vincolata al calendario tradizionale della moda. Le differenti “release” saranno così composte da pezzi in edizione limitata, distribuiti su Internet e nei temporary store fisici. Una strategia già adottata in passato dalla versione “fashion” di Rihanna che non è una novizia del settore e che già nel passato aveva fatto “brevi incursioni” nel mondo della moda, come ad esempio quella del 2016 con Savage x Fenty, la lingerie della cantante sviluppata da Kendo.

adidas Originals “Home Of Classics” Collection

adidas Originals lancia ufficialmente la sua collezione “Home of Classics”, che presenta alcune delle silhouette più intramontabili del marchio tedesco. Il nuovo pack rielabora due delle icone del brand con le 3 strisce che da scarpe sportive sono diventate vere e proprie icone culturali, la Superstar e Stan Smith, presentandole in tonalità bianche e pulite, con una tonalità volutamente ingiallita sull’intersuola, evocando i modelli cult dell’archivio del marchio.

Adottate dai movimenti culturali e dai gruppi sociali più disparati, le sneaker adidas in pelle bianca hanno oltrepassato i confini dello sport per approdare ai piedi di b-boy, skater e fan della musica, ritagliandosi il proprio spazio in ambito culturale e assumendo un nuovo significato al di fuori dei campi sportivi.

E inoltre otto silhouette che sono un mix di ritorno al passato e contemporaneità: Supercourt, Torsion Comp, SC Premiere, A.R. Trainer, Continental 80, Nizza Hi RF, Rivalry Lo e Supercourt RX.

Le 10 scarpe sono state tutte pensate per lo sport ma hanno trasceso il campo di gioco, riscoperte e ricontestualizzate per la moda e il casual wear, proprio come l’adozione dell’Ultraboost da parte degli “sneakerheads” che indossavano la scarpa non per correre, ma perché era comoda ed elegante.

La collezione HOME OF CLASSICS è disponibile in tutto il mondo a partire dal 1° giugno, sul sito www.adidas.com/HomeofClassics, all’interno del Fraghsip Store Originals in via a. Toqueville 11 di Milano ed in selezionati store come Black Box Roma e Napoli, Urban Jungle Roma e Napoli, Suede Roma, Holypop Roma, Inner Milano e Par5 Roma.